il network

Venerdì 28 Luglio 2017

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


Crema, Lega e Sel per l'abolizione del patto di stabilità

Dai candidati di Lega Nord e Sinistra Ecologia Libertà arriva pieno sostegno alle richieste dei sindaci dei comuni cremaschi al di sotto dei 5.000 abitanti, ed in particolare alla proposta lanciata dagli amministratori locali di abolire il patto di stabilità prima del 30 giugno, scadenza per la presentazione dei bilanci. 
Silvana Comaroli, candidata alla Camera per il Carroccio, e Federico Lena, che corre per la Lega al consiglio regionale, spiegano: "Sosterremo la richiesta dei sindaci e proporremo l’incentivazione e lo sviluppo (aumentando il plafond a disposizione) del Patto di stabilità territoriale. Ci batteremo per vedere riconosciuta la virtuosità dei nostri comuni, pesantemente penalizzata dalla applicazione del patto di stabilità. Dal 2009 è in vigore in Lombardia il patto di stabilità territoriale che ha contribuito ad allentare i vincoli di finanza pubblica degli enti locali e a liberare risorse finanziarie. Nel 2012 il plafond è stato di 210 milioni di euro. Lo aumenteremo".
 "Intendo impegnarmi — spiega Franco Bordo capolista alla Camera per Sel — affinché: venga abolita l’applicazione del patto di stabilità per i Comuni inferiori ai 5.000 abitanti, l’Imu venga introitata completamente dai Comuni, venga rivista l’attuale legislazione che ha ridotto la composizione dei consigli comunali e delle giunte, si attui un piano nazionale di interventi per la messa in sicurezza e manutenzione degli edifici scolastici e per l'efficentamento energetico di tutti gli edifici pubblici".

07 Febbraio 2013