il network

Martedì 27 Giugno 2017

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


Crema

Scuola di Cl, trema il Comune

O il cantiere termina in 15 mesi o la Regione chiederà indietro un milione di euro di soldi pubblici

Il cantiere del complesso scolastico
Nel caso i lavori per la realizzazione della scuola di Cl non terminassero entro la data prevista (giugno 2014), la Regione potrebbe chiedere al Comune la restituzione del milione di euro già erogato. E’ quanto è emerso nell’incontro che il gruppo di lavoro che si sta occupando di questa vicenda ha avuto con il sindaco Stefania Bonaldi. Il finanziamento a fondo perduto era stato infatti concesso su richiesta del Comune, da parte dell’allora sindaco Bruno Bruttomesso, e poi girato alla Fondazione Charis. Ecco perchè i due enti pubblici stanno seguendo con grande preoccupazione quanto sta accadendo. Bonaldi ha parlato della situazione relativa alla costruzione della scuola di Cl con i rappresentanti di ReteScuole Crema, Movimento 5 Stelle,  Sel, e  Pd. 
Nel 2008, a fronte di un milione alla scuola di Cl, per l’adeguamento strutturale delle scuole pubbliche di tutta la provincia vennero stanziati soltanto 400mila euro. Il sindaco ha sottolineato le responsabilità del suo predecessore, che segnalò alla Regione un fabbisogno di finanziamento di una scuola privata. 
Da quando altri funzionari in Regione si occupano della vicenda, è stato chiesto alla Charis il pieno funzionamento della scuola, pena la restituzione del milione. Nel nuovo cronoprogramma, la Charis ha previsto il termine del primo lotto entro giugno 2014; a marzo dovrebbero riprendere i lavori. A partire da quella data il Comune eserciterà una funzione più stringente di controllo, in particolare sulle opere di urbanizzazione. 

08 Febbraio 2013