il network

Mercoledì 20 Settembre 2017

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


ROMANENGO

Professionista minacciato, estorsore arrestato dai carabinieri

In manette un 49 enne romeno, con precedenti penali, residente nel bergamasco

Professionista minacciato, estorsore arrestato dai carabinieri

ROMANENGO - Verso la fine del mese di gennaio, presso la stazione carabinieri di Romanengo si è presentato un libero professionista del posto che denunciava di essere vittima di un tentativo di estorsione da parte di un ignoto malfattore che gli aveva fatto recapitare una lettera minatoria eppoi lo aveva contattato telefonicamente chiedendogli una consistente somma di denaro. L'uomo appariva visibilmente impaurita in quanto pochi mesi prima era rimasto vittima di una efferata rapina in casa e non era in grado di accondiscendere alla richiesta estorsiva poiché non aveva tutto il denaro disponibile.

L’indagine è stata intrapresa sin da subito da personale del Nucleo Operativo di Crema che ha iniziato a svolgere gli opportuni accertamenti tesi ad identificare l’ignoto malfattore che dopo alcuni giorni di appostamento è stato notato poco distante dall’abitazione della vittima proprio mentre la contattava per chiedere la consegna del denaro.

Nella serata di lunedì  13  all’ennesima richiesta telefonica, la vittima si è dimostrata accondiscendente consegnando al malvivente nel punto stabilito il denaro pari a circa 20.000 euro, per poi allontanarsi. Sul posto però si erano appostati i carabinieri del Nucleo Operativo assieme a quelli della Stazione di Romanengo e quando è sopraggiunto l'estorsore è stato immediatamente bloccato e dichiarato in stato di arresto. In suo possesso è stato rinvenuto anche il telefono cellulare utilizzato per le telefonate estorsive.

S.G. 49 enne romeno, con precedenti penali, residente nel bergamasco è stato dichiarato in stato di arresto e su disposizione del PM della Procura della Repubblica di Cremona è stato associato alla Casa Circondariale. Il denaro è stato restituito alla vittima che ha ringraziato calorosamente i carabinieri per l’epilogo positivo della vicenda.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

15 Febbraio 2017

Commenti all'articolo

  • vittorio

    2017/02/15 - 12:12

    Effettivamente ai delinquenti abituali romeni ,mancava l'estorsione . Per quel che riguarda la privacy ,è solo questione di non rovinare la buona riuscita della prossima imminante impresa

    Rispondi

  • mario

    2017/02/15 - 10:10

    Il nome per esteso e la foto segnaletica!!!! E' flagranza di reato, non c'è privacy che tenga!!!! Fateci vedere la faccia di questo pregiudicato!!!!!!!

    Rispondi