il network

Mercoledì 20 Settembre 2017

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


CREMA & TERRITORIO

Studenti, bus in ritardo e poi la scuola è chiusa

I pullman di linea non rispettano gli orari. Decine di allievi, provenienti da fuori Crema e iscritti nelle superiori cittadine, vittime delle storture del sistema

Studenti, bus in ritardo e poi la scuola è chiusa

Studenti in attesa di salire sul pullman

CREMA - Così non funziona. In primis vanno al più presto rivisti gli orari dei pullman degli studenti, ma anche i presidi delle scuole superiori cittadine dovranno fare la loro parte, concedendo qualche deroga agli orari di ingresso in classe. Nei primi quattro giorni dell’anno scolastico appena partito, decine di ragazzi provenienti dai paesi del Cremasco e da fuori territorio, sono infatti risultati assenti da scuola, nonostante si fossero presentati ai cancelli. La loro colpa? Essere arrivati qualche minuto dopo il suono della campanella, per il concomitante ritardo del pullman di linea a bordo del quale avevano raggiunto Crema. Negli istituti dove è in funzione il sistema di timbratura dei badge, ad esempio il Racchetti-Da Vinci, ossia i licei scientifico, classico, linguistico e delle scienze sociali, il Galilei (Itis e liceo tecnologico) e il Munari, se un ragazzo si presenta oltre l’orario non entra più. Diversi genitori si sono lamentati, in alcuni Comuni rivolgendosi direttamente agli amministratori locali per chiedere interventi in tempi rapidi che risolvano la situazione. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

17 Settembre 2017