il network

Lunedì 23 Ottobre 2017

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


MOSCAZZANO

Bimbo ucciso in Egitto, fondi per la 'battaglia' legale

Il paese si mobilita per sostenere la famiglia del piccolo Walid

Omicidio Walid, "Non torneremo a casa senza aver avuto giustizia per nostro figlio"

MOSCAZZANO - L’intero paese che si strige attorno alla famiglia di Walid Mohamed Hamed Elghatas, con una raccolta fondi e il sostegno ai fratelli da poco rientrati a scuola. Sono ormai tornati a Moscazzano (dove risiedono da sette anni) i genitori e i fratelli del bimbo ucciso a 9 anni, in Egitto, dopo un tentativo di violenza. E hanno chiesto aiuto alle istituzioni, perché i tempi del processo egiziano a carico del responsabile si velocizzino. Per far questo, hanno anche bisogno di un sostegno economico, che ora la parrocchia di Moscazzano, guidata da don Osvaldo Erosi, ha deciso di dare loro. Domenica è stata lanciata una raccolta fondi a favore della famiglia Elghatas. Attraverso un canale differente, anche il Comune sta supportando la famiglia. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

10 Ottobre 2017