il network

Martedì 18 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


'INNOVATION DAY'

Polo della cosmesi, orizzonti mondiali

Lanciato il ‘cluster’ cremasco che significa allargarsi all’estero. Aziende e politici a confronto alla Crema-Diesel di Bagnolo

Polo della cosmesi, orizzonti mondiali

CREMA - Creare un ‘cluster’, ossia allargare al resto del mondo il distretto cremasco della cosmesi. Si può fare se la sede sarà in città, se lo stesso nascerà dal basso, ossia dagli imprenditori — il 60% del settore è già nel territorio — e se sarà garantita una filiera completa. All’organizzazione di imprenditori raggruppati nel Polo, andrà dunque aggiunta la formazione: dagli operai ai ricercatori, creando una scuola per ‘make up’ nel territorio e fondando l’università della cosmesi in via Bramante. A queste conclusioni, con annesso impegno a lavorare compatti per il cluster, sono giunti i protagonisti dell’Innovation day di giovedì 26, organizzato nello showroom Crema Diesel di Bagnolo Cremasco dal Polo della cosmesi. Il dibattito conclusivo della mattinata di interventi, comprese relazioni di docenti universitari sullo stato delle aziende cremasche del settore, ha visto sul palco il presidente del Polo Matteo Moretti, il sindaco Stefania Bonaldi e il consigliere regionale Carlo Malvezzi. Moderatore il caporedattore del quotidiano ‘La Provincia’ Paolo Gualandris. La Cosmesi cremasca viaggia a gonfie vele, con fatturati che crescono del 7-8% all’anno, e 400 nuove assunzioni da inizio 2017. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

26 Ottobre 2017