il network

Domenica 22 Luglio 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


DUE GIORNI DOPO L'USCITA NELLE SALE ITALIANE

Guadagnino, il 27 è la serata cremasca

Il film 'Chiamami con il tuo nome': dettagli ancora tenuti riservati per conquistare una poltroncina della Multisala Portanova

Guadagnino, il 27 è la  serata cremasca

l regista Luca Guadagnino con l’attrice Dakota Johnson

CREMA - 'Chiamami con il tuo nome': la serata speciale dedicata alla visione e ad alcune sorprese legate al film di Luca Guadagnino sarà a Crema sabato 27, a due giorni dall’uscita italiana della pellicola. L’annuncio in rete da parte del sindaco Stefania Bonaldi, ha già scatenato la curiosità dei cremaschi, che attendono i dettagli (tenuti ancora riservati), per cercare di conquistarsi una poltroncina della Multisala Portanova e potersi finalmente godere gli scenari familiari delle piazze Duomo (Crema), Vittorio Emanuele III (Pandino), piazza XXV Aprile (Montodine), delle campagne del Cremasco e della villa Albergoni (e centro storico) di Moscazzano, i cui interni e il parco sono stati il vero fulcro delle riprese e cornice di gran parte del ‘girato’. Vedere per credere, il trailer di 'Chiamami col tuo nome', che presenta qualche ‘chicca’ in più rispetto al gemello confezionato per i festival internazionali. Ancora avvolto dal mistero il programma della serata del 27, anche sulla presenza (o meno) del regista palermitano ma cremasco d’adozione. Così come ancora non è nota la città italiana in cui la Sony Pictures Classics, società di distribuzione del film, terrà la premiére nazionale del 25. Quel che è certo è che sarà a ridosso dell’annuncio delle nomination agli Oscar, ultima grande occasione per ottenere una statuetta, dopo il tentativo ai Golden Globe. Intanto, il Comune potrebbe pensare a pacchetti o percorsi turistici ad hoc, nei luoghi in cui è stato girato il film, qualora una statuetta desse risonanza tale da richiamare a Crema altri divi di Hollywood.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

09 Gennaio 2018

Commenti all'articolo

  • Giampaolo

    2018/01/12 - 12:12

    Vorrei vedere le facce dei detrattori delle riprese cinematografiche, che nel mese di maggio 2016, hanno inondato di feroci critiche il sindaco, la giunta, mistificando il regista Guadagnino, di non pagare le comparse, di aver creato un enorme disagio alla città, di compromettere i ricavi dei commercianti, di aver creato un caos di traffico. Ora non vi sono più commenti denigratori, ne dai commercianti e tanto meno dal vs giornale, che stabilmente cavalca l'onda della destra mistificatrice di coscienze.

    Rispondi