il network

Domenica 24 Giugno 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMA

Al Pacioli approda ScuolaZoo

Oltre 400 allievi, coordinati dalla rappresentante d’istituto Martina Carioni, hanno richiesto l’organizzazione dell’assemblea alla community di studenti più grande d’Italia

Al Pacioli approda ScuolaZoo

CREMA - Gli studenti chiamano, ScuolaZoo risponde. Il tour di assemblee di istituto ScuolaZoo è approdato oggi (mercoledì 21 febbraio) all’istituto 'Pacioli' di Crema. Oltre 400 studenti, coordinati dalla rappresentante d’istituto ScuolaZoo Martina Carioni, hanno richiesto l’organizzazione dell’assemblea alla community di studenti più grande d’Italia, con 3 milioni di utenti sul web.

Ma cos'è ScuolaZoo? ScuolaZoo è il compagno di banco e rappresentante d’istituto degli studenti italiani, condividendo con loro le tappe fondamentali della vita di ogni studente delle superiori, dal primo giorno di scuola fino alla Maturità. Uno solo lo scopo più alto: creare una scuola migliore dal basso, con e per gli studenti, ma sempre in collaborazione con genitori e insegnanti. Da qui nasce il progetto R.I.S (Rappresentanti d’Istituto ScuolaZoo), che si rivolge a tutti quegli studenti che manifestano un’indole da leader e desiderano svilupparla.

ScuolaZoo affianca i R.I.S. e supporta durante la loro candidatura e poi a seguito della loro elezione a rappresentanti, perché diventino i portavoce delle esigenze della comunità studentesca della propria scuola, proteggendone gli interessi e avanzando proposte per il bene comune, con l’obiettivo di migliorare il servizio e l’ambiente scolastico. Il tutto con il tono informale e disinvolto tipico degli studenti delle superiori.

Le assemblee ScuolaZoo non sono solo un’occasione per condividere progetti scolastici e abbattere la tradizionale barriera che rende difficile il dialogo fra professori e studenti, ma mirano ad avvicinare i ragazzi a temi di responsabilità sociale, come la lotta al bullismo e il cyberbullismo. Una tematica attualissima, trattata durante l’Assemblea di oggi da Fondazione “Carolina” Onlus, dedicata a Carolina Picchio, la prima vittima del fenomeno in Italia, diventata icona per milioni di ragazzi. La No profit ha lo scopo di realizzare un futuro in cui il web sia un “luogo” sicuro per i bambini e gli adolescenti, attraverso l’analisi dei fenomeni emergenti legati all’uso e abuso di internet, l’organizzazione di eventi di sensibilizzazione e formazione con finalità sociale e scientifica e l’attivazione di strumenti e percorsi per garantire il diritto alla cura per le vittime di cyberbullismo e di recupero per i cosiddetti “bulli”.

L’intervento di formatori esperti è volto a sensibilizzare, formare e responsabilizzare gli studenti per seminare il valore del rispetto e coltivare con loro l’idea di un futuro dove vita reale e digitale si incontrano per costruire relazioni autentiche e di crescita. Gli speaker saranno educatori professionali e psicologi.

“Gli studenti hanno espresso la volontà di invitare ScuolaZoo alla prima assemblea d’istituto organizzata al Pacioli dopo molti anni”, ha commentato la dirigente scolastica,  Paola Viccardi. “Infatti non disponiamo di spazi interni adeguati ad ospitare tutti gli studenti riuniti, nel rispetto delle minime condizioni di sicurezza, e anche oggi dovranno rispettare turni ed orari, ma abbiamo pensato che valesse la pena di provarci. Il progetto che viene presentato oggi si affianca a quello storico, offerto dall’Istituto che promuove la formazione dei rappresentanti di classe e a nuove occasioni di condivisioni di esperienze di partecipazione alla vita collettiva per una cittadinanza attiva. Enti, organizzazioni, docenti e famiglie vogliono agire in sinergia per educare ed aiutare i ragazzi a comprendere l’importanza dell’agire corretto ed incisivo, nel rispetto delle regole, dei ruoli e soprattutto delle persone, per una convivenza pacifica e costruttiva, per il bene comune. Ci auguriamo tutti che l’Assemblea d’Istituto costituisca un ulteriore momento della crescita personale degli studenti e un’esperienza di democrazia praticata, anche grazie agli ospiti invitati”.

Gli studenti ascoltano e fanno proprie queste esperienze, che sono espressione di forza di volontà, di costanza e di coraggio: uno stimolo per diventare migliori, per darsi da fare. L’assemblea è stata possibile grazie all'accettazione dei temi e al supporto di tutto l’Istituto e del suo corpo docenti.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

21 Febbraio 2018