il network

Giovedì 16 Agosto 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMA

Pochi e anziani i sacerdoti, parrocchie aggregate anche in città

Documento del vescovo Daniele Gianotti al consiglio presbiteriale: la cattedrale con Santissima Trinità. Ridisegnata tutta la mappa delle unità parrocchiale

Pochi e anziani i sacerdoti, parrocchie aggregate anche in città

La cattedrale di Crema

CREMA - La necessità di ridisegnare la diocesi in termini di unità parrocchiali. Dettata sostanzialmente da due motivi: l’età media dei sacerdoti (relativamente alta) e il loro numero: sono 82 per 62 parrocchie. E’ quanto sta abbozzando il vescovo della diocesi di Crema Daniele Gianotti. Il tutto è contenuto in un lungo e articolato documento (siamo a livello di bozza) che il presule ha preparato per il consiglio presbiteriale della diocesi e che attende prima di tutto di essere discusso e poi eventualmente modificato, non tanto nella sostanza tuttavia.

Per mantenere stretto il rapporto con i fedeli e non cancellare in un solo colpo le identità dei singoli ‘campanili’, ecco la prospettiva delle ‘unità pastorali’, sostanzialmente delle aggregazioni. Alla fine, stando a quanto ipotizzato dal vescovo, dovranno essere venti e create attraverso logiche anche territoriali ben precise. Alcune sono già in atto da tempo, altre saranno una vera e propria novità. Come ad esempio l’aggregazione tra la cattedrale e Santissima Trinità, che avranno in definitiva un solo parroco. Ogni unità parrocchiale dovrà avere (e vale sia per la città che per il territorio) un minimo di 2.500 e un massimo di 7.800 abitanti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

13 Maggio 2018