il network

Venerdì 25 Maggio 2018

Altre notizie da questa sezione

in corso:

Blog


CREMA

Pacioli, abbigliamento 'decoroso': il richiamo della preside

Viccardi: 'Senza voler limitar la libertà individuali, si evitino tenute balneari come pantaloncini, ciabatte e canottiere'

L'istituto Pacioli, il più grande di Crema con 1.600 studenti iscritti

CREMA - Un abbigliamento decoroso e adeguato al contesto scolastico. Il richiamo viene da Paola Viccardi, dirigente del Pacioli, che ha inteso ribadire quanto contenuto nel regolamento d’istituto e prima ancora nel buonsenso e nel buongusto.

La preside ricorda pertanto a tutto il personale, agli studenti e ai loro genitori che, nonostante l’avvicinarsi della stagione calda, la scuola è un ambiente educativo, nonché un luogo istituzionale che merita adeguato rispetto. Ciò implica che ciascuno lo frequenti con un abbigliamento sobrio e decoroso, consono all’ambiente. «Nell’ovvia considerazione che i concetti di decoro e sobrietà sono suscettibili di inevitabile varietà interpretativa - spiega la dirigente - e senza voler limitare la libertà individuale, si chiede di non indossare, per motivi di decoro e rispetto dell’istituzione, capi di abbigliamento che evochino tenute estive balneari, del tutto fuori posto in un contesto scolastico, come: pantaloncini corti, bermuda, canottiere, ciabatte infradito e in generale abbigliamento eccessivamente scollato e succinto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

15 Maggio 2018