il network

Venerdì 14 Dicembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


VAILATE

Sedicenne tenta il sucidio, salvato dai carabinieri

Nella notte di sabato 9 giugno, il giovane in più circostanze portava la lama del coltello al collo ma i militari sono riusciti a bloccarlo e disarmarlo

Sedicenne tenta il sucidio, salvato dai carabinieri

VAILATE - Attorno all'una di notte di sabato 9 giugno, i carabinieri della locale Stazione, nel transitare in una via periferica del paese, notavano la presenza di una persona che impugnava un bastone con fare minaccioso. L’uomo, un 50enne del paese stava in realtà cercando il figlio 16enne, affetto da gravi patologie psichiatriche, che aveva manifestato intenti di togliersi la vita. I carabinieri si ponevano alla ricerca del ragazzo, riuscendo a rintracciarlo poco distante. Il giovane però impugnava un grosso coltello da cucina ed alla vista dei militari minacciava di usarlo su se stesso se solo si fossero avvicinati. I due carabinieri cercavano di convincerlo a deporre l’arma ma vista la sua resistenza, decidevano di chiedere manforte allertando il comandante luogotenente Nicola Piga, che sopraggiunto velocemente con un equipaggio della radiomobile di Crema, instaurava un dialogo con il ragazzo tentando di convincerlo a rientrare in casa. Nonostante questo, però, il 16enne non dava segni di ravvedimento e quindi, notando che in più circostanze portava la lama del coltello al collo, i carabinieri decidevano di intervenire bloccandolo a terra e riuscendo a disarmarlo con difficoltà poiché lo stesso opponeva una strenua resistenza cercando di liberarsi dalla presa. Sul posto, nel frattempo, era stata richiesto l’intervento di un’autolettiga i cui sanitari procedevano a sedare il giovane ed a portarlo presso l'ospedale di Crema per le cure del caso. I militari, fortunatamente, non riportavano lesioni e venivano ringraziati dai genitori per l’esito positivo della vicenda.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

09 Giugno 2018