il network

Domenica 18 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMA

Nutrie, strada allagata per le tane nel teleriscaldamento

E' successo in via Macallè durante l'irrigazione di un terreno: "Colpe dei roditori che scavano gallerie"

Nutrie, strada allagata per le tane nel teleriscaldamento

CREMA - Non bastassero i pesanti danni causati alle coltivazioni e agli argini dei canali irrigui. Adesso le nutrie, che da anni ormai infestano tutto il territorio cittadino e il resto del Cremasco, rischiano di mettere a repentaglio la rete del teleriscaldamento. La brutta scoperta è stata fatta l’altra sera dall’assessore all’Ambiente Matteo Gramignoli. «Mi ero recato in via Macallè - spiega - nel tratto compreso tra il comando di Compagnia dei carabinieri e il cavalcavia della tangenziale, dopo la segnalazione di alcuni cittadini relativa ad un presunta perdita d’acqua dalla rete idrica sotterranea. In effetti, sull’asfalto era evidente l’allagamento. Con i tecnici del Comune abbiamo effettuato alcune verifiche e abbiamo appurato che non si trattava di una perdita causata da una rottura dalle tubature. L’acqua finita in strada proveniva dal terreno agricolo attiguo, dove stavano irrigando. La colpa però non era dell’agricoltore, bensì delle nutrie. Abbiamo accertato, infatti, che i roditori hanno scavato le loro tane tra il campo e le condotte sotterranee del teleriscaldamento. Si sono così formati dei buchi in cui filtrava l’acqua che ha riempito la cavità sotterranea del teleriscaldamento e poi è risalita dai tombini».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

06 Luglio 2018