il network

Venerdì 14 Dicembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMA. IL CASO

Inquilini disperati: «L’alloggio è divorato dall’umidità»

Case popolari e protesta dei Basile: padre, madre e tre figli, il più piccolo ha un tumore. Muri impregnati d’acqua, riscaldamento che non funziona, infissi gonfiati e scarafaggi ovunque

Inquilini disperati: «L’alloggio è divorato dall’umidità»

CREMA - Muri intrisi di umidità – basta appoggiare una mano per ritrovarsela bagnata e sporca di intonaco –, riscaldamento che non funziona, infissi delle finestre gonfiati a tal punto da impedire di chiuderle. E’ impossibile vivere nell’appartamento popolare di proprietà del Comune, ma in gestione all’Aler, affittato da oltre sei anni a Daniele Basile e alla moglie Erika Cavaliere.

Con loro ci sono i tre figli: i primi due in età scolare, il più piccolo, di soli 18 mesi, purtroppo ha gravissimi problemi di salute: «Ha avuto prima un tumore ai testicoli, poi al polmone, è stato operato e sta facendo la chemioterapia. La pediatra è stata chiara – protestano mamma e papà mostrando il certificato medico – non può vivere in un ambiente umido come questo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

15 Novembre 2018