il network

Lunedì 18 Febbraio 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMA

Toninelli: 'Paullese, sul ponte di Spino solo questioni burocratiche'

Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti ha partecipato alla cerimonia di conferimento del riconoscimento di Cremasco dell’anno e ha parlato anche di padre Maccalli: 'Assicuro che il Governo sta lavorando, lontano dal clamore dei media'

Toninelli: 'Paullese, sul ponte di Spino solo questioni burocratiche'

CREMA - A Crema, domenica 20 gennaio, per partecipare alla cerimonia di conferimento del riconoscimento di ‘Cremasco dell’anno’ conferito dal settimanale Primapagina, il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli, è intervenuto anche sul tema raddoppio della Paullese e su padre Gigi Maccalli, il missionario di Madignano rapito in Niger a fine settembre dello scorso anno. Per quanto riguarda il raddoppio dell’ex statale Paullese, Toninelli si è concentrato sul ponte di Spino d’Adda. «La competenza, come è noto, è di due province. Noi come ministero abbiamo fatto tutto il possibile. Ho incontrato i referenti sul finire dello scorso. Si tratta solo di far fronte a questioni burocratiche. In altre parole devono pagare una piccola somma per la documentazione». Tra le menzioni d’onore assegnate dal settimanale cremasco, c’era anche quella riservata a padre Gigi. Toninelli, raggiunto a fine cerimonia, non ha voluto entrare nei dettagli. Nonostante non sia di sua stretta competenza ha però assicurato che il Governo sta lavorando: «In silenzio, lontano dal clamore dei media, ma lo stiamo facendo». 

Il riconoscimento ‘Cremasco dell’anno 2018’ è stato consegnato nella mani di Giorgio Olmo, il presidente dell’Associazione Popolare Crema per il territorio. Nella motivazione è stato ricordato l’impegno che l’Associazione ha messo in atto in questi anni, a partire dai contributi sin qui erogati che ammontano a quasi 5 milioni e mezzo e mezzo di euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

20 Gennaio 2019