il network

Domenica 21 Aprile 2019

Altre notizie da questa sezione


STUDENTI RAPITI

Sy: 'Ho telefonato prima dell'azione, vedrete'

Le dichiarazioni durante l'interrogatorio dell'autista che ha dirottato il bus con 51 ragazzini e gli ha dato fuoco: 'I bianchi ci vogliono morti'

AUDIO La telefona da brividi fatta dal dirottatore ai carabinieri

MILANO - «Ho fatto qualche telefonata alle persone 'Guardate che mi farò sentire'». Così Ousseynou Sy, l'autista che ha sequestrato un bus con 51 ragazzini cremaschi per poi dare fuoco al mezzo, nell’interrogatorio davanti ai pm Alberto Nobili e Luca Poniz di mercoledì 20 marzo, riportato nell’ordinanza di custodia in carcere, ha raccontato di aver contattato alcune «persone» prima di compiere l’azione terroristica, oltre ad aver fatto un video-manifesto della sua ideologia. «L'Africa sta da sola, voi state da soli e staremo bene, vi assicuro che staremo bene, perché ci sta uccidendo (...) è un genocidio», ha detto l’uomo ai pm, facendo riferimento più volte alle morti dei migranti in mare, aggiungendo che «i bianchi ci vogliono tutti morti, è un genocidio programmato». E che il suo gesto «clamoroso» doveva servire anche a fare «propaganda» perché «ci sono le elezioni Europee che stanno arrivando». Nel suo primo interrogatorio anche un insulto a Matteo Salvini e un riferimento a Luigi Di Maio che «fa gli affari con i francesi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

23 Marzo 2019