il network

Venerdì 22 Giugno 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Crema. L'incontro rientra nella rassegna Caffè a teatro

Viola di Grado al Caffè Letterario

Lunedì alle 20,45 ospite sul palco del teatro San Domenico Ha vinto il premio Campiello 'Opera prima'

Viola di Grado con la sua opera prima 'Settanta acrilico trenta lana'
Un romanzo coraggioso e sorretto da una scrittura originale: Viola Di Grado racconta la storia di un suicidio e di ciò che segue. Una folgorante invenzione della vita dopo la morte: la nostalgia, l'amore, la frequentazione 'fantasmatica' delle persone care, la solitudine e l'incomunicabilità, in un aldilà cupo e ribollente, senza pelle e senza sensi, dominato da una natura crudele, che sfalda i corpi, ma anche da una vita ostinata che a questa morte si sottrae. Un romanzo che fa paura: la disgregazione dei corpi, la sopravvivenza dell''anima', la tristezza e il rimpianto per la vita che non riesce a ricomporsi ma continua a incedere e spiare, vagando in un mondo deserto ma affollato, dove i vivi non possono più vederti e sentirti ma i morti restano all'erta, impauriti, in ascolto. Viola Di Grado, 25enne catanese vincitrice del premio Campiello 'Opera prima' con la sua opera d'esordio 'Settanta acrilico trenta lana' - libro rivelqazione del 2011- si definisce una 'guerriera dell'arte' ed è una tra le firme più originali e forti del panorama letterario giovanile italiano, ne parlerà a Crema, al Caffé Letterario, la sera di lunedì 13 maggio, sul palcoscenico del Teatro San Domenico. A condurre la serata sarà Adriano Cadregari mentre la consueta colonna sonora dell'incontro sarà a cura della violoncellista Irene Alzani. L'appuntamento è per le 20.45, l'ingresso è come sempre libero e, da tradizione dell'associazione culturale cittadina, a tutti i presenti verranno offerti caffé e pasticcini.

07 Maggio 2013