il network

Lunedì 19 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Calcio Lega Pro. Di fronte a oltre 4.000 tifosi

Pergolettese, bella prova col Milan

A Milanello la squadra di Tacchinardi lascia belle impressioni per la prima amichevole

Un'azione della partita di Milanello

CARNAGO (Va) — A Milanello è il giorno della prima amichevole ufficiale della nuova stagione rossonera. Ad inaugurarla la Pergolettese di Alessio Tacchinardi. Le stelle di prima grandezza, i volti più attesi, non ci sono, impegnati con le nazionali, ma Milanello ha avuto comunque la sua giornata particolare. Alla fine i gialloblù possono essere soddisfatti con una sconfitta per 5-1 che comunque resterà nella storia della società.

La Pergolettese parte bene e tiene per quasi mezzora prima di incassare il primo gol rossonero. Il primo tempo è giocato con grande intensità da parte dei gialloblù, di fronte a un Milan senza troppa voglia. Bene anche la ripresa nonostante il temporale.

La palla della vita ce l’ha in apertura Madiotto. Il numero 11 si invola in azione personale ma arrivato a pochi passi dalla porta rossonera calcia debolmente tra le braccia di Gabriel. Alla mezz'ora arriva la rete di Traorè, bravo a sfruttare un cross di Niang con un tocco sporco ma decisivo. Al 31’ Steni calcia la palla sugli stinchi di Emanuelson che senza accorgersene firma il 2-0. La gara è in discesa per il Milan e poco dopo è Robinho a realizzare un bellissimo gol con un destro a giro sotto l’incrocio.

Nella ripresa il sole si copre e si scatena un autentico nubifragio. Le due squadre entrano in campo rivoluzionate, ma la Pergolettese potrebbe passare per prima per un fallo di Zapata su Manzoni non sanzionato dall’arbitro. Poco dopo è il neoentrato Boateng a mettere il sigillo personale tra la gioia del pubblico. Al 28’ la soddisfazione è tutta per Grandi che riesce a parare un calcio di rigore di Petagna, sulla ribattuta però l’attaccante firma il 5-0. La Pergolettese continua a giocare e trova il meritato gol della bandiera nel finale grazie a Zanola che in mischia supera il portiere rossonero Drenacci.

21 Luglio 2013