il network

Giovedì 18 Ottobre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Crema. Il fatto accaduto la notte tra il 13 e il 14 agosto

Sorpresi a dipingere treni
Writers cremaschi nei guai

Due giovani, di 18 e 28 anni, sorpresi dai carabinieri mentre erano in azione a Tirano, in provincia di Sondrio

Graffiti su un treno
Per molti è arte metropolitana, per altri semplicemente vandalismo da reprimere. Resta però un fatto: scrivere e dipingere sui muri altrui (o, come in questo caso, sui convogli di un treno) è un reato, e se ci sono nei pressi i carabinieri quando lo si commette, si finisce nei guai. Come accaduto la notte fra il 13 e il 14 agosto a due cremaschi, uno di 18 e l’altro di 28 anni (il primo residente a Izano, il secondo a Crema) che sono stati denunciati a Tirano, in provincia di Sondrio. Erano in compagnia di altri due ragazzi (due bergamaschi di 18 e 20 anni). I militari li hanno sorpresi all’interno della stazione ferroviaria con quaranta bombolette di vernice spray, due video camere per le riprese di quanto realizzato ed i bozzetti dei graffiti progettati, mentre sporcavano due vagoni del convoglio ferroviario in partenza alle 7.10 e diretto a Milano. Una sorta di happening ‘artistico’ notturno, che però è finito male. Uno dei cremaschi (il 18enne di Izano) ha precedenti specifici: nel 2010 era stato sorpreso dai carabinieri di Piacenza all’interno della stazione ferroviaria a sporcare i vagoni in sosta; precedentemente nell’agosto del 2008 a seguito di accertamenti era stato già denunciato per lo stesso reato dai carabinieri di Crema per aver sporcato la facciata dello Sraffa. Ora l’episodio a Tirano.

17 Agosto 2013