il network

Lunedì 10 Dicembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Toponomastica al maschile in città

Crema, solo il 3% delle vie dedicate alle donne

Delle 351 strade solo 11 indicano personaggi femminili e c'è chi protesta

Via Ada Negri a Crema

Anche i nomi delle vie possono essere il termometro dell’attenzione per il mondo femminile. Ed a Crema siamo a livelli molto bassi perché delle 351 vie cittadine solo 11 sono dedicate a donne. Una disparità rispetto agli uomini, a cui sono state dedicate 194 strade, che balza all’occhio anche perché c’è chi, partendo da questo dato, sta cercando di sensibilizzare amministratori e opinione pubblica come ha fatto il sito www.toponomasticafemminile.it che aggiorna una ricerca sui dai delle principali città.

A Crema solo il 3% delle vie è dedicate a donne contro il 55% che porta il nome di uomini e il 42 la cui targa riporta luoghi, eventi storici ed altro. E tra le strade che richiamano il sesso femminile più della metà è dedicato a personaggi religiose. Due sono infatti le vie dedicate alle madonne (Madonna delle Grazie e viale Santa Maria della Croce), tre quelle che portano il nome di sante o martiri (Santa Elisabetta, Santa Chiara e Caterina degli Uberti) e due a suore o ordini religiosi (suor Crocefissa di Rosa e Teresine). Solo quattro le vie dedicate a personaggi storici, benefattrici e intellettuali. La piazzetta di fronte all’ingresso del centro Sant’Agostino è stata invece dedicata a Winifred Terni de’ Gregorj, contessa che fu tra le promotrici della realizzazione del museo civico cittadino. Due strade sono state dedicate a scrittrici: il premio nobel Grazia Deledda e Ada Negri. Un solo personaggio storico di sesso femminile viene ricordato dalla toponomastica cittadina, si tratta di Matilde di Canossa.

17 Agosto 2013