il network

Sabato 23 Febbraio 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


Crema. La soglia di attenzione è costantemente superata

Crema assediata dalle Pm10
Dieci giorni di fila di smog

Dati preoccupanti diffusi dall'Arpa, il Comune invita a ridurre l'uso di auto e contenere le temperature in casa e in ufficio

Crema assediata dalle Pm10
Dieci giorni di fila di smog
Dieci su dieci. Crema fa l'en plein, ma non c'è da vantarsi: il poco invidiabile record riguarda infatti la concentrazione di polveri sottili nell'aria. Il periodo è nero per la città e il comprensorio, assediati dall'inquinamento da ormai dieci giorni consecutivi. I dati sono quelli dell'Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente, che a San Bernardino ha una sua centralina di rilevamento: la quantità di Pm10 registrate è costantemente superiore ai 50 microgrammi per metro cubo d'aria, ossia la soglia di attenzione fissata dalla legge. Se n'è accorto anche il Comune, che tra i suoi compiti ha anche quello di prevenire e contrastare l'inquinamento atmosferico e che nei giorni scorsi ha lanciato un appello alla cittadinanza. Tre, in particolare, gli inviti dell'amministrazione: usare le automobili il meno possibile (il traffico veicolare è tra i fattori più negativi per la qualità dell'aria), ridurre al minimo la permanenza all'aperto (le polveri sottili sono dannose per il sistema respiratorio) e contenere l'utilizzo del riscaldamento sia in casa che in ufficio (massimo 20 gradi).

16 Dicembre 2013