il network

Domenica 19 Maggio 2019

Altre notizie da questa sezione

in corso:


CREMA

L'orgoglio cremasco sbarca su Facebook

Pagina identitaria 'Non sei di Crema se...' sulla falsariga di molte analoghe iniziative per città e paesi di tutta Italia

L'orgoglio cremasco sbarca su Facebook
Cosa vuol dire ‘fare una vasca’? Hai mai bigiato al Break? Tua nonna ha la ricetta originale dei tortelli dolci? Se sei un cremasco doc, dimostralo. Altro che anagrafe, oggi la carta d’identità si dichiara sui social network. Anche i cremaschi cedono all’ultima moda di Facebook: quella di creare pagine dedicate alla propria città e condividere, insieme a tutti i concittadini online, le abitudini le tradizioni del posto, i prodotti tipici e ritrovi storici, i modi di dire e i personaggi leggendari. E’ nata così, la scorsa settimana, la pagina ‘Non sei di Crema se...’, sulla scia delle tantissime già dedicate ad altre città italiane. I cremaschi, evidentemente, non vedevano l’ora: duemila fans nei primi due giorni, circa tremila a ieri sera. Centinaia i commenti, decine le condivisioni. Vedremo se sarà solo una moda passeggera dettata dall'entusiasmo o se la pagina rimarrà in cima alle preferite degli internauti. Un fiume in piena i suggerimenti degli utenti allo staff della pagina, che per il momento sta aggiornando l’elenco delle ‘cremaschità’ al ritmo di un paio di new entry al giorno. Si va dai modi di dire — Non sei di Crema se ta set gnà bù de fa ò col bicier — ai ricordi di gioventù — Non sei di Crema se non hai mai limonato ai giardini di piazzale Rimembranze —, fino alla celebrazione di posti storici come il Break, il MacGuinness, il Victorian o il vecchio Zang. E poi le golosità locali: Non sei Crema se non hai mai mangiato il gelato di Bandirali, ma neanche ‘se nemmeno una volta nella vita hai mangiato un trancio da Altrocchi per ‘asciugare’. 

08 Febbraio 2014