il network

Martedì 19 Marzo 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMA

Crema vista da Gil Macchi
in mostra al San Domenico

Oggi il taglio del nastro dell'esposizione, che proseguirà fino al 16 marzo

Crema vista da Gil Macchi
in mostra al San Domenico

Gil Macchi e Ombretta Cè

«Sono perdutamente innamorato... della mia città». San Valentino è passato da una decina di giorni ma per Gil Macchi l’occasione per dimostrare tutto il suo amore arriverà oggi, alle 17 alla Fondazione San Domenico, quando inaugurerà la sua nuova personale ‘La mia Crema’. Facilmente intuibile quello che sarà il filo conduttore della mostra: il pittore esporrà infatti tutte le opere in cui ha ritratto la sua città natale. «Saranno quasi una quarantina - spiega Macchi -, alcune risalenti addirittura agli anni Ottanta, altre realizzate invece in questi ultimi anni». L'allestimento rimarrà visibile fino a domenica 16 marzo (apertura da martedì a domenica dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 19). Ad impreziosire la mostra, poi, un evento speciale: sabato 8 i corridoi della Fondazione accoglieranno anche una selezione di alcuni storici pittori cremaschi. In esposizione opere di Ugo Bacchetta, Gianetto Biondini, Federico Boriani, Mario Della Noce, Carlo Fayer, Guido Lupo Pasini, Carlo Martini, Giuseppe Perolini e Ugo Stringa.

01 Marzo 2014