il network

Mercoledì 22 Maggio 2019

Altre notizie da questa sezione

in corso:


CREMASCO

L'emergenza criminalità approda in parlamento

Pronta l'interrogazione della deputata Cinzia Fontana al ministro dell'Interno

La parlamentare del Partito democratico Cinzia Fontana

Il caso criminalità nel Cremasco approda alla Camera dei deputati. A portare all’attenzione dell’aula di Montecitorio gli 800 furti, registrati nel 2013 nelle abitazioni della città e della ‘cintura’, sarà l’interrogazione al ministro degli Interni, preparata dalla parlamentare del Pd Cinzia Fontana. Per «rispetto istituzionale», la deputata di Vailate, al suo terzo mandato, depositerà il documento solo dopo l’esito del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza, convocato in prefettura. Il vertice, con la partecipazione dei responsabili di tutte le forze di polizia, è stato messo in calendario dal prefetto Paola Picciafuchi, accogliendo la richiesta giunta dal sindaco di Crema, Stefania Bonaldi. L’interrogazione al ministro Angelino Alfano punta ad evidenziare l’eventuale nesso tra la chiusura del tribunale di Crema (accorpato dal settembre scorso agli uffici giudiziari cremonesi) e l’incremento della criminalità nel Cremasco. È pur vero che la città ed il comprensorio non risentono di un vero e proprio picco delinquenziale, ma solo per il numero di reati già superiore, negli anni precedenti, alla media provinciale. «Ritengo che l’incontro in prefettura rappresenti un’opportunità — ha commentato da Roma Cinzia Fontana —: da parte mia, essendo al servizio del territorio, cercherò di fornire tutto l’aiuto possibile».

26 Febbraio 2014