il network

Venerdì 24 Maggio 2019

Altre notizie da questa sezione

in corso:

Blog


CREMA

Folcioni, saliscendi di rette
per far fronte ai tagli comunali

Nuovo piano tariffario pronto ad essere discusso nel cda della Fondazione San Domenico: chi pagherà di più e chi di meno

Folcioni, saliscendi di rette
per far fronte ai tagli comunali

Una lezione al Folcioni

Chi pagava di meno pagherà di più, chi pagava di più pagherà di meno. Detta altrimenti: il costo dei corsi base verrà aumentato, mentre quello dei pacchetti completi diverrà più economico. Si annunciano saliscendi nel nuovo tariffario dell’istituto civico musicale Folcioni, pronto a rivedere le rette per far fronte ai probabili — se non certi, stando ai rumors — tagli dei finanziamenti comunali alla Fondazione San Domenico (a cui fa capo la scuola). Parlare genericamente di aumenti sarebbe sbagliato, perché se molti studenti storceranno il naso ci sarà anche chi sorriderà. Il piano messo a punto dal collegio docenti, che verrà discusso nel prossimo cda della Fondazione, prevede infatti l’istituzione di un unico prezzario: basta con il labirinto di proposte e di relativi costi in vigore negli ultimi anni, largo ad un’unica modalità di iscrizione che garantirà allo studente una formazione completa. Le tariffe esatte devono naturalmente essere ancora definite: fino a quando non si saprà se e quanto il Comune taglierà i contributi alla Fondazione, il cda non potrà fare gli opportuni calcoli. L’idea di massima, comunque, è quella di fissare la nuova retta a metà strada tra il prezzo attuale dei corsi base (la classica ora settimanale di lezione) e quello dei pacchetti completi (l’ora base più altre due ore di materie complementari). Un trattamento di favore dovrebbe essere dedicato invece ai baby allievi, per i quali il ritocco all’insù delle tariffe sarà il più possibile contenuto. La Fondazione San Domenico sta inoltre mettendo a punto una serie di borse di studio per agevolare gli iscritti meno abbienti.

03 Marzo 2014