il network

Sabato 20 Aprile 2019

Altre notizie da questa sezione


CREMA

Verdi di Ombriano, passerella
d'onore all'auditorium di Milano

Il corpo bandistico diretto da Eva Patrini si esibirà sabato 15 sul prestigioso palcoscenico meneghino

R. Patrini, E. Patrini, A. Zaninelli, G. Belloni
I posti disponibili erano dieci, le richieste di partecipazione centinaia: sembrava una missione quasi impossibile quella che invece si appresta a vivere e onorare il corpo bandistico Verdi di Ombriano, chiamato ad esibirsi sabato 15 (ore 20.30) sul celebre palco dell'auditorium di Milano. L'invito è arrivato direttamente dalla Fondazione La Verdi, la padrona di casa, che ha inserito l'ensemble di Crema nel programma della rassegna 'A tutta banda', una sorta di passerella per le migliori orchestre civiche della Lombardia. “Siamo onorati e orgogliosi di poterci esibire in un contesto così prestigioso” commenta il presidente del corpo bandistico Antonio Zaninelli, che sabato prossimo assisterà all'esibizione insieme al sindaco di Crema Stefania Bonaldi e dell'assessore alla Cultura Paola Vailati. In platea ci sarà anche Jader Bignamini, ex direttore della banda di Ombriano, oggi nel pieno di una carriera lanciatissima, che proprio sul palco dell'auditorium di Milano diresse il concerto per i 150 anni dell'unità d'Italia sotto gli occhi del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Oggi a guidare la Verdi di Ombriano c'è l'altrettanto promettente Eva Patrini, che per l'occasione ha preparato un programma di 45 minuti incentrato sugli arrangiatori giapponesi. “I musicisti sono molto eccitati e anche un po' spaventati” rivela Patrini, che a differenza del resto della banda ha già avuto modo di esibirsi su quel palco insieme all'Orchestra sinfonica di Milano. Oltre al talento servirà dunque tutta la sua esperienza per trasformare il concerto in una delle più belle pagine nella storia della Verdi di Ombriano.

06 Marzo 2014