il network

Martedì 19 Marzo 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMASCO

Attivato l'autovelox fisso sulla Melotta

In dieci giorni di prove l'impianto ha registrato 1.700 veicoli multabili per aver superato il limite di 90 km orari

Il cartello che indica il rilevamento di velocità sulla Melotta
Se fosse stato attivato subito, le contravvenzioni per il superamento del limite di 90 chilometri orari sarebbero state 1.700 in dieci giorni. In realtà l’autovelox fisso sulla provinciale Melotta è entrato ufficialmente in funzione da ieri e dunque gli automobilisti indisciplinati transitati ad alta velocità tra il cinque e il 14 marzo lungo la provinciale, all’altezza dell’incrocio per Cascine Gandini, l’hanno scampata. Da 24 ore a questa parte, però, chi ha il piede pesante non ha più possibilità di sfuggire ad una multa salata e all’eventuale decurtazione dei punti dalla patente. L’ufficialità dell’entrata in funzione dell’autovelox è arrivata dopo l’installazione dei cartelli stradali che segnalano il rilevamento, posizionati trecento metri prima dell’impianto e ben visibili sia per chi viaggia verso Pandino che per chi è diretto a Trescore Cremasco. Il modello in funzione è il Velocar red&speed. La centralina che registra i passaggi è in funzione 24 ore su 24 ed è stata installata nell’ufficio della polizia locale del Comune di Palazzo. Dall’anno scorso, a rendere meno pericoloso l’incrocio, ha contribuito l’apertura del sottopasso ciclabile e pedonale.

15 Marzo 2014

Commenti all'articolo

  • Roberto

    2014/03/27 - 09:09

    Volevo chiedere come mai non ci sono i cartelli stradali indicanti qual'è il limite di velocità???

    Rispondi