il network

Sabato 23 Marzo 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMA

Ad Agnadello è vietato morire, mancano i soldi per nuovi loculi

E' emerso dalla verifica di cassa dopo il cambio di amministrazione

Ad Agnadello è vietato morire, mancano i soldi per nuovi loculi

L'interno del cimitero di Agnadello

AGNADELLO — La costruzione dei nuovi loculi, in questo momento l’opera pubblica più urgente per Agnadello assieme alle asfaltature, dovrà aspettare. Per adesso non ci sono i soldi. È quanto emerso dalla verifica di cassa fatta dopo il cambio di amministrazione a seguito delle elezioni del 25 maggio scorso. Non ci resta che ricorrere — spiega il sindaco Giovanni Calderara — ai loculi cosiddetti extralarge, che sono ventiquattro. Ne abbiamo già avviato l’assegnazione ed uno è già stato occupato. La verifica di cassa ha certificato un fondo di soli 210.000 euro: c’è quanto basta per pagare gli stipendi e qualche manutenzione ordinaria. C’è un debito fuori bilancio di 70.000 euro che andrà pagato entro fine anno (ai progettisti della ristrutturazione del palazzo comunale non attuata dalla precedente amministrazione comunale, che fece scelte diverse) e ci sono altre vertenze legali volute dalla giunta Belli solo per creare problemi ai predecessori che avranno, per il Comune, un costo finale molto salato».
Una partenza in salita quindi per la nuova amministrazione dio centrosinistra. «In questa situazione — continua Calderara — la nuova giunta si è trovata a far fronte ad una serie impressionante di richieste inevase, accumulate nei cinque anni precedenti. Ovviamente sta cercando di dare risposte a tutte quelle che non comportino consistenti impegni di spesa mentre è obbligata a rinviare tutto il resto a dopo l’approvazione del bilancio (che sarà entro la fine di luglio). Ai cittadini che premono — conclude il sindaco — non possiamo che chiedere ancora un po’ di pazienza e la comprensione che si riserva a chi scala a mani nude una montagna».

01 Luglio 2014