il network

Venerdì 22 Febbraio 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


SPINO D'ADDA

Maximulte ai clienti delle lucciole

Due cremaschi e un romeno identificati che pagano subito per non ricevere il verbale a casa

Maximulte ai clienti delle lucciole

Iniziata l'operazione sfratta-prostitute

SPINO D’ADDA — Il Comune lancia l’operazione ‘sfratta-prostitute’ lungo la Paullese. Tre mesi di tempo per ripulire le strade dall’adescamento, visto che fino ad ottobre resterà in vigore l’ordinanza che multa i clienti fino a 500 euro.

In sole due sere sono state applicate sanzioni per 1.500 euro e sono state identificate sei giovani tra i 19 e i 21 anni dell’Est Europa. Per ‘pizzicare’ gli habitué, gli agenti hanno utilizzato una vettura civetta. A disposizione l’auto del vice sindaco di Spino, Luciano Sinigaglia, che ha seguito a distanza le operazioni. Tre sono stati gli uomini identificati, due italiani residenti in provincia di Cremona e un romeno, sorpresi mentre erano appartati con le ‘lucciole’.  Tutti  hanno deciso di pagare per evitare che il bollettino per il pagamento giunga a casa.

Leggi di più sul giornale di venerdì primo agosto

31 Luglio 2014

Commenti all'articolo

  • michele

    2014/08/03 - 11:11

    multare i clienti delle prostitute, è una grave violazione dei diritti sanciti dalla costituzione della Repubblica Italiana. il cliente multato subisce restrinzione della propria libertà oltre a subire anche un danno fisico in quanto si impedisce alla persona di soddisfare l' esigenza naturale del rapporto sessuale. io al posto di quei clienti, chiederei danni morali e fisici. distinti saluti.michele

    Rispondi