il network

Sabato 23 Febbraio 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMA

Autoguidovie sfida i treni

Cinquanta corse al giorno per Milano

Autoguidovie sfida i treni

Pullman Agi in piazza del Duomo

CREMA - La proposta non cita espressamente la concorrenza, ma visti i guasti che ogni giorno o quasi causano problemi sulla linea ferroviaria per Treviglio-Milano, Autoguidovie punta decisa sui pendolari dei treni stanchi di ritardi, cancellazioni e disagi. Non che su strada non ci siano code e difficoltà, specialmente per via dei cantieri in Paullese, ma Agi lancia un potenziamento della tratta K521 Crema-San Donato: la società garantisce in 50 minuti il collegamento tra la città e la linea 3 della metropolitana milanese, grazie anche al percorso via Lodi e autostrada A1, seguito da alcuni dei bus.

Inoltre, strizza l’occhio a studenti e lavoratori amanti delle nuove tecnologie, proponendo il 46% delle corse giornaliere su nuovi mezzi da 14 metri (definiti supercomfort), dotati di tavolini e prese elettriche per caricare smartphone e computer portatili. La campagna lanciata in questi giorni da Agi assicura 50 corse giornaliere: negli orari di punta del mattino (5,50-7,40) da Crema parte un bus ogni 5-10 minuti. Dalle 17 alle 19,20 per il rientro, viene garantita una corsa ogni 10 primi.

La società di trasporto pubblico su gomma guidata dal direttore d’esercizio Corrado Bianchessi vuole richiamare l’attenzione anche degli automobilisti pendolari stressati da traffico e code. Un dato può risultare convincente: secondo i tecnici di Autoguidovie, la spesa mensile per chi che utilizza l’auto tra Crema e Milano è pari a 291 euro (costo dei parcheggi escluso). In bus, l’investimento scede a 103 euro.

17 Settembre 2014

Commenti all'articolo

  • PFG

    2014/09/19 - 08:08

    ..Ora te ne mettono uno ogni dieci mimuti, e chi prende il pullman sa che questi possono diventare cinque o quindici a seconda dell'occasione, cioè dell'autista e del traffico. Pubblicità, marketing da parte di quel Bianchessi che lascia gli studenti paganti a piedi perchè qualcun altro non paga. Ma ho fatto l'esperienza con Trenord, ed è persino peggio di Autoguidovie...

    Rispondi

  • Alessio

    2014/09/18 - 14:02

    Iniziativa per alcuni lodevole ma che darà spunto a Trenord per ridurre ancora di + il servizio già scadente anzichè investire (taglieranno il ramo secco prima o poi come diceva l'illuminato Mauro Moretti)! Poi mi chiedo se tutti sono contenti di arrivare a S.Donato e magari farsi tutta la linea M3 per intersecare le altre (penso ad esempio a chi frequenta il Politecnico a due passi da Lambrate) perdendo un'ora nelle viscere della megalopoli. Infine in inverno con nebbia neve e gelo...come si fa ad essere a Milano in 50 minuti? Ho tralasciato l'aspetto dell'inquinamento per evitare polemiche ... o useranno mezzi elettrici e a metano? Mah!

    Rispondi