il network

Lunedì 22 Aprile 2019

Altre notizie da questa sezione


RIVOLTA D'ADDA

Seconda spaccata in pochi giorni, ora il paese ha paura

Assalto al New Stella di via Cereda, via cambiamonete e videopoker con migliaia di euro

Seconda spaccata in pochi giorni, ora il paese ha paura

Rina Ferrari davanti al bar razziato

RIVOLTA D’ADDA - E’ la seconda volta in una settimana e adesso il paese ha paura. Nuova spaccata in pieno centro storico nella notte tra mercoledì 17 e giovedì 18 settembre. Dopo il bar Centrale di piazza Vittorio Emanuele II, preso di mira pochi giorni fa da una banda specializzata in furti di slot machines, è toccato al New Stella, il locale di Rina Ferrari in via Cereda, subire un analogo assalto. Al momento, i carabinieri non avanzano alcuna ipotesi sul fatto che si possa trattare della stessa banda, ma in paese, soprattutto tra i gestori di bar e ritrovi che ospitano slot machines, c’è la spiacevole sensazione che un gruppo di professionisti abbia fatto di Rivolta la meta preferita delle proprie scorrerie.

«Erano in sette, tutti a volto coperto e molto robusti - ha raccontato Mara Bettera, la figlia della titolare del New Stella - gente esperta che in tre minuti ha caricato sul furgone due macchinette cambiamonete, in ognuna c’erano circa mille euro, e un vidoepoker, per poi fuggire verso la piazza. Quando abbiamo sentito il botto della grata staccata dal muro e il vetro della finestra infrangersi ci siamo svegliati di soprassalto e ci siamo affacciati. Urlavamo e loro ci rispondevano tirandoci dei sassi. Non abbiamo sentito che lingua parlassero». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

 

19 Settembre 2014