il network

Mercoledì 16 Agosto 2017

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


Guidata dal capo conservatoria, Angelo Rossini

Una delegazione del Fatf
in visita al Quirinale

La rappresentanza di giovani studenti cremaschi si è recata a Roma

fatf al Quirinale

La delegazione del Fatf durante la visita al Quirinale

Due ore e mezza immersi nella storia, alla scoperta delle opere d'arte, i tesori architettonici, gli arredi, gli arazzi, le decorazioni di grande pregio del Palazzo del Quirinale, sede ufficiale della Presidenza della Repubblica. Tanto è durata la visita della delegazione del Franco Agostino Teatro Festival e di circa una ventina di ragazzi del Liceo Artistico di Crema che partecipano al laboratorio di scenografia del Fatf, nelle stanze di un importante punto di riferimento della vita democratica del nostro Paese, ma anche un vero e proprio museo ricco di testimonianze artistiche importantissime. Una visita che, in via del tutto straordinaria, è stata riservata esclusivamente al Fatf e ha visto una guida d'eccezione come il Capo Conservatoria del Quirinale, Angelo Rossini, che ha regalato ai ragazzi una grande lezione di storia e risposto a ogni loro domanda con grande professionalità e disponibilità. Nel corso della visita, che abitualmente dura soltanto un'ora, il presidente del FATF, Gloria Angelotti, gli studenti del Liceo Artistico e la loro insegnante Mariola Groppelli, hanno anche ricevuto il saluto del Consigliere della Corte dei Conti, Elio Berarducci che si è complimentato per il grande lavoro che da anni svolge divulgando la cultura, ma anche facendosi portavoce di importanti valori civili e umani tra i i più giovani. A lui i ragazzi hanno consegnato una lettera nella quale viene raccontato il progetto del FATF, con la richiesta che anche per l'edizione attualmente in corso, il Quirinale rinnovi l'attenzione e l'appoggio che negli ultimi anni non ha mai fatto mancare. “È stata una giornata davvero speciale - ha commentato Gloria Angelotti - Essere accolti in quella che il presidente Napolitano definisce 'la casa degli Italiani' è stato un grande onore e una grande emozione”.

21 Febbraio 2013