il network

Mercoledì 24 Maggio 2017

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


Crema. Dopo il caos per la nomina a direttore artistico di Enrico Coffetti

Teatro, fine degli indugi
Marotta resta presidente

Comune e soci confermano la fiducia, nessun ribaltone ai vertici del San Domenico

Il teatro San Domenico
Giovanni Marotta rimane alla presidenza della Fondazione San Domenico. Questo l’esito della verifica avviata lo scorso giovedì per volontà dello stesso Marotta, che — a seguito del polverone politico e mediatico legato alla nomina del direttore artistico Enrico Coffetti — aveva provvisoriamente rimesso il suo mandato di presidente. La fiducia nei suoi confronti era stata rinnovata una prima volta mercoledì scorso dai membri del cda, ma Marotta si era preso ancora alcuni giorni prima di decidere il suo futuro. Giorni in cui è stata avviata questa seconda verifica, che ha coinvolto i soci della Fondazione ed in particolare il Comune di Crema, espressione di ben tre consiglieri del San Domenico e ‘casa’ della politica (che, com’è emerso con evidenza nell’ultima settimana, a teatro conta eccome). Ora è arrivata la doppia conferma, dal municipio e dalla stessa Fondazione, che anche questa fase si è conclusa positivamente. Rimane ancora aperto, invece, il fronte che riguarda Elisa Marinoni, membro del cda della Fondazione, finita al centro di un attacco politico per il presunto conflitto d’interessi con Pierfrancesco Pisani, uno dei papabili alla nomina di direttore. Arrivato vicino all’incarico, Pisani è poi stato scartato dal cda proprio per la collaborazione professionale con l’attrice e consigliera Marinoni. Da qui la richiesta di dimissioni, ancora pendente, chiesta a Marinoni dai capigruppo consiliari Antonio Agazzi, Paolo Patrini e Laura Zanibelli.

12 Marzo 2013