il network

Venerdì 20 Ottobre 2017

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


SERGNANO

Nuovo impianto gas: indotto da 26 milioni di euro

Occuperà 17 ettari ma solo 5 saranno edificati con i capannoni per la compressione e gli uffici

Come sarà l'impianto di compressione di Sergnano

SERGNANO — Il dirigente di Snam Rete Gas, Massimo Montecchiari, anticipa i punti fondamentali del progetto dell'impianto di compressione che verranno spiegati durante l’incontro: “Lo spazio interessato è di 17 ettari ma di questi 12 saranno area verde, nella parte restante verranno costruiti tre cabinati che ospiteranno i turbocompressori, oltre alla palazzina per gli uffici e il magazzino”. Se l’iter verrà completato positivamente i lavori partiranno nel 2014 per terminare l’anno successivo con un investimento complessivo di circa 160 milioni di euro e un indotto importante per il territorio provinciale: si parla di circa 11 milioni di euro in fase di costruzione e altri 16 milioni durante i successivi 30 anni d’esercizio. Complessivamente la centrale porterebbe in provincia 26,4 milioni di euro. I dirigenti Snam sono consapevoli della diffidenza che c’è nei confronti dell’impianto ma Montecchiari lancia un’operazione trasparenza: “Visto che siamo sicuri di operare nel massimo rispetto della popolazione e del territorio dopo l’incontro pubblico siamo disposti a portare chi ne farà richiesta a vedere la centrale di Poggio Renatico che è simile a quella che dovrebbe essere costruita a Sergnano”. Ricordando che: “In 40 anni di attività delle nostre centrali non sono mai stati ravvisati problemi e i controlli sono sempre più attenti”. In pratica la struttura mette in pressione il metano delle condutture per portarlo verso gli impianti di utilizzo. Sulla collocazione, in un paese che già è sede di una centrale di stoccaggio il dirigente spiega: “la scelta del sito è motivata dal fatto che qui esiste già un nodo dove confluiscono alcuni importanti metanodotti della rete nazionale e regionale”.

15 Marzo 2013