il network

Sabato 19 Agosto 2017

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


BAGNOLO. L'ispettorato del lavoro rileva irregolarità

Koch, multa da 120mila euro

i lavoratori della Koch davanti alla sede dell'Associazione industriali di Crema
BAGNOLO CREMASCO — Ammonta a 120mila euro la multa affibiata alla Koch Heat Transfer dall’ispettorato del lavoro per somministrazione illecita di manodopera e per la non genuinità degli appalti esterni di alcune lavorazioni. Lo hanno comunicato i sindacalisti nel corso delle assemblee con i lavoratori che si sono svolte venerdì. Omar Cattaneo di Fim Cisl e Massimiliano Bosio di Fiom Cgil, sono stati informati del provvedimento dall’avvocato della multinazionale durante l’incontro in Associazione industriali a Crema. Riunione che si era svolta nei giorni scorsi. Oggi è stato impossibile contattare sia i vertici dell'azienda che lo studio legale per una replica. Da tempo, però, i manager della Koch hanno fatto sapere che, per disposizioni interne da parte della multinazionale, non possono rilasciare dichiarazioni alla stampa.  La Koch ha pagato la multa evitando così l'apertura di un procedimento penale ed ha annullato i contratti di appalto con la ditta esterna. Ha anche presentato ricorso contro la sanzione. 
Nel frattempo, la trattativa sugli esuberi (previsti  per 35 persone su 150 dipendenti) si è di nuovo arenata. Nei prossimi giorni sarà programmato un incontro. "Se non si arriverà ad un accordo in cui l'azienda tenga conto delle nostre richieste - hanno annunciato i due sindacalisti - la protesta riprenderà. Innazitutto bloccheremo gli straordinari. Poi potrebbe ripartire anche lo sciopero con il presidio davanti ai cancelli".
Approfondimenti sull'edizione cartacea del quotidiano  'La Provincia' in edicola domenica 17 marzo

16 Marzo 2013