il network

Domenica 28 Maggio 2017

Altre notizie da questa sezione

Blog


Crema. Dopo il presunto conflitto d'interessi nella selezione dei papabili consulenti artistici

Teatro, politica all'attacco
"Marinoni si dimetta"

I capigruppi d'opposizione Agazzi, Patrini e Zanibelli presentano una mozione di sfiducia

Teatro, politica all'attacco
"Marinoni si dimetta"
«Chiediamo le dimissioni del consigliere Elisa Marinoni, rappresentante della maggioranza consiliare del Comune nel cda della Fondazione San Domenico, anche per togliere dall’imbarazzo quanti, sindaco in primis, ancora credono in valori come trasparenza, coerenza ed etica professionale». Si chiude così la mozione di sfiducia che i capigruppi consiliari Laura Zanibelli, Antonio Agazzi e Paolo Patrini hanno protocollato stamattina in municipio. I tre consiglieri passano dunque dalle parole ai fatti, affidando ad un documento ufficiale — che dovrà essere discusso in aula degli Ostaggi — la richiesta di dimissioni di Marinoni. All’origine, il caos scoppiato nelle scorse settimane per la nomina del nuovo direttore artistico del San Domenico: «Marinoni — sottolineano i tre capigruppo — ha portato alla valutazione e alla quasi selezione il curriculum di un candidato, Pierfrancesco Pisani, con cui la stessa intrattiene un rapporto di condivisa attività professionale, senza porsi il problema delle inevitabili implicazioni in termini di trasparenza che si sarebbe negata alle altre candidature, se la cosa fosse andata in porto». Emerso il problema, il San Domenico aveva scartato l’ipotesi Pisani riconfermando l’ex consulente Enrico Coffetti. Ma a livello politico la questione è tutt’altro che conclusa.

19 Marzo 2013