il network

Lunedì 20 Novembre 2017

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


CREMA. Domani presidio dei partiti davanti al palazzo di giustizia

Tutti uniti, o forse no, per salvare il tribunale

Il consiglio provinciale approva la mozione della Lega per la sopravvivenza della sede cittadina ma il Pd si astiene

Il tribunale di Crema
Un presidio per salvare il tribunale. E' quanto organizzano domani mattina i rappresentanti del Pd e un nutrito drappello di altri gruppi politici di fronte al palazzo di giustizia, ormai prossimo alla chiusura per accorpamento con gli uffici di Cremona. Si arriva però a questa iniziativa sull'onda delle polemiche. Nei giorni scorsi infatti, in consiglio provinciale, gli esponenti del Partito democratico si sono astenuti nella votazione, conclusa con l’approvazione, sulla mozione proposta dalla Lega per salvaguardare gli uffici giudiziari di via Macallè. La circostanza non è passata inosservata alla sede dell’Ordine degli avvocati di Crema, guidato dal presidente Ermete Aiello. "Debbo dare ancora una volta atto — spiega Aiello — che la Lega è la forza che sostiene con maggiore convinzione la permanenza a Crema del nostro palazzo di giustizia. Non desta grande meraviglia la posizione dei rappresentanti del Pd, che probabilmente succubi del solito ‘capataz’ locale non hanno ritenuto di votare a favore. Cosa è questo, se non campanilismo al contrario? E’ comunque un disattendere le esigenze e i diritti della comunità cremasca, in nome di una presunta verginità nazionale e di una pseudo tutela degli interessi dell’intero Paese". 

22 Marzo 2013