il network

Martedì 21 Maggio 2019

Altre notizie da questa sezione

in corso:


PIANENGO. PROSTITUZIONE A 'LE BIRBE'

«Quei minuti di piacere nei privé»

In aula i clienti imbarazzati raccontano quanto accadeva nei salottini con le ballerine di lap-dance. Tariffe: 50 euro per un quarto d’ora

«Quei minuti di piacere nei privé»

PIANENGO - Capelli rosa, pelle scura, Lola è quella che nei privé, con i clienti aveva «l’approccio più dolce». Tutto era concesso in quei privè con le luci soffuse, «non i rapporti sessuali completi». Dopo Lola, lo hanno confermato anche Maria, capelli scuri, romena ‘robustina’, e Mina, lei bionda con i capelli raccolti a coda di cavallo.

Lola, Maria e Mina sono tre ballerine di lap dance che nei privè de Le Birbe di Pianengo facevano divertire i clienti: 50 euro per un quarto d’ora di piacere, tariffa raddoppiata se i quindici minuti diventavano trenta e così via.
Clienti imbarazzati, oggi, martedì 22 gennaio 2019, nell’aula di giustizia, al processo per il giro di ‘squillo’ scoperto dai carabinieri nel 2016 durante una indagine su una circonvenzione di incapace, come ha spiegato il luogotenente Giovanni Ventaglio.

A Pianengo arrivarono i carabinieri del Ros di Roma con il compito di installare le telecamere. Ma per «problemi di ricezione di segnale», riuscirono a piazzarne solo due: una nel salottino numero sette, l’altra vicino alla cassa, dove i clienti pagavano per lo più ad Alessandro ‘Alex’ Rastelli, fratello di Stefano, figlio di Silvana e di Renzo, i gestori del locale. Una intera famiglia che ha già patteggiato, lo scorso giugno, in udienza preliminare.

Sul banco degli imputati ci sono i fratelli Salvatore Nunzio Fraglica. Per l’accusa, i due fratelli avrebbero consigliato ai clienti le ragazze da portare nei privé e in qualche caso avrebbero riscosso il cash.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

22 Gennaio 2019