il network

Martedì 19 Febbraio 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMA. TRIBUNALE

‘Il sistema Silvani’, l’avvocato Branchi a processo

Il legale accusato di estorsione in concorso con il ‘re dei serramenti’ già condannato a 5 anni. I finanzieri raccontano l’indagine: clienti obbligati a pagare due volte e minacciati con i decreti ingiuntivi

‘Il sistema Silvani’, l’avvocato Branchi a processo

CREMA - L’imprenditore venuto dal nulla che ha fatto una fortuna con i serramenti, e l’avvocato che lo segue da anni. L’uno è Antonio Silvani, 57 anni, di Chieve, arrestato dalla Tenenza di finanza nel maggio del 2016, due anni dopo condannato dal gup, in abbreviato, a 5 anni e 3 mesi di reclusione per reati tributari. E per estorsioni, tentate e consumate, ai danni dei clienti, dai quali, per l’accusa, pretendeva il pagamento in contanti per poi ritornare, anni dopo, alla carica, chiedendo nuovamente i soldi già versati. Soldi spesso non tracciati. E se i clienti non pagavano, lui li trascinava davanti al giudice che emetteva i decreti ingiuntivi.

L’altro è Angelo Branchi, 62 anni, stimato professionista con studio legale nella centralissima via Camillo Benso Conte di Cavour. Secondo le Fiamme gialle, Branchi sarebbe stato il ‘regista’ del «collaudato sistema estorsivo» messo in atto dal ‘re dei serramenti’. Il pm, Lisa Saccaro, gli contesta quattordici estorsioni, otto consumate e sei tentate, «in concorso con Silvani». Oggi (martedì 5 febbraio 2019), nel processo presieduto dal giudice, Maria Stella Leone, e che vede alcuni dei clienti di Silvani parte civile (le presunte vittime saranno sentite il 5 marzo), due finanzieri hanno raccontato l’indagine ‘Sirge’ scattata l’11 settembre del 2014 in seguito all’esposto presentato da un cliente «per un decreto ingiuntivo».

05 Febbraio 2019