il network

Domenica 19 Novembre 2017

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


Crema. La cifra indicata dai tecnici della Coni Servizi

Velodromo, servono 1,6 milioni di euro per rimetterlo a norma

L'impianto è chiuso dal maggio 2012. Della Frera (Comune): "Per riaprirlo si può spendere molto meno"

Una veduta dall'alto dell'anello
Secondo i tecnici della Coni servizi per mettere a norma il velodromo Baffi servono un milione e 600mila euro. La relazione con l'importo ottimale per rimettere in funzione l'impianto chiuso dal 31 maggio 2012, è stata consegnata agli uffici comunali, che la stanno ora valutando. "Analizzeremo punto per punto — ha spiegato il delegato comunale allo sport, Walter Della Frera — per capire quali sono gli interventi indicati e quali di questi sono veramente indispensabili. A noi non interessa compiere una ristrutturazione completa del velodromo; ci preme soltanto fare quelle cose che sono strettamente necessarie per poterlo riaprire, anche per un utilizzo parziale". Dopo i 700mila euro chiesti la scorsa settimana per la vendita del ‘Pierino Baffi’ la Coni Servizi ha di nuovo puntato alto, dettando una messa a norma che prevede, tra le altre cose il rifacimento dell’impianto di illuminazione. "Delle luci — spiega Della Frera — possiamo farne a meno. Vorrà dire che non faremo gare in notturna. Mi incontrerò con il presidente del Consorzio Pista, Stefano Pedrinazzi, per capire da lui cosa serve per poter fare un minimo di attività e per poter utilizzare la pista e il campo di calcio interno. Chi frequenta il velodromo non deve correre rischi, ma penso che basti questa garanzia per poter ottenere dalla Coni Servizi una convenzione che ci consenta di riaprire l’impianto".

09 Aprile 2013

Commenti all'articolo

  • Alessandro

    2013/04/09 - 14:02

    Avendo a suo tempo causato il blocco della vendita dell'impianto già effettuata ad un privato, ora questa Amministrazione non vuole (non può) più fare marcia indietro. L'alienazione di quell'area era la UNICA strada per avere in cambio a Crema delle strutture nuove ed in numero sufficente per la pratica sportiva cittadina. Scelta fatta capo ha! Ma che peccato...

    Rispondi