il network

Mercoledì 24 Maggio 2017

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


Bagnolo Cremasco. Ennesima fumata nera nell'incontro di lunedì

Koch, niente accordo, sempre più vicino il licenziamento di 46 lavoratori

Ultima speranza la mediazione della Regione che convocherà azienda e sindacati entro un mese

Lo sciopero dello scorso febbraio davanti ai cancelli dell'azienda

BAGNOLO CREMASCO - A questo punto, solo la mediazione in extremis della Regione potrebbe scongiurare il licenziamento di 46 lavoratori sui 150 in forza alla Koch Heat Transfer. Il nulla di fatto con cui si è chiuso l'incontro tra azienda e sindacati di lunedì in Associazione industriali a Crema, vertice concluso nella serata, apre la strada alla perdita del posto di lavoro di un terzo dei dipendenti. A partire dall'inizio del mese prossimo l'azienda potrà procedere unilateralmente, entro 120 giorni, al licenziamento. "Entro la fine di aprile - spiega Omar Cattaneo segretario di Fim Cisl - la Regione potrà convocarci per capire se la trattativa potrà riprendere. Non sono molto fiducioso che ci siano ancora margini. Nel caso l'azienda proceda per la sua strada i lavoratori impugneranno i licenziamenti".

09 Aprile 2013