il network

Mercoledì 17 Ottobre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


L'allarme lanciato da un'associazione

"Serio a rischio esondazione"

Settimana prossima sopralluogo per verificare lo stato delle sponde in città

Le sponde del Serio nei pressi di via Cadorna

Il Comune, il Parco del Serio, l’Aipo, il Magistrato per il Po e la Protezione civile effettueranno la prossima settimana un sopralluogo congiunto sulle rive del fiume Serio, nel tratto che attraversa la città. Servirà a verificare la situazione e a programmare le eventuali azioni da eseguire. L’alveo del fiume risulta infatti ristretto in alcuni punti dopo le recenti piene, cosa che crea preoccupazione per le esondazioni. Il motivo è da ricondursi agli alberi cresciuti spontaneamente lungo le rive, che in alcuni casi raggiungono anche un diametro di 30-40 centimetri. Questa vegetazione, che ha proliferato per l’incuria delle sponde, ha permesso al fango di piena di depositarsi creando in qualche sezione, appunto, il restringimento dell’alveo. La vegetazione selvaggia sta distruggendo ed in parte ha già distrutto le massicciate costruite nei primi anni Ottanta allo scopo di proteggere la città e di evitare il ripetersi di esondazioni come nel settembre del 1979. Per questo motivo, l’associazione Amici del Serio ha scritto una lettera al sindaco Stefania Bonaldi e alla prefettura, chiedendo ed ottenendo che siano coinvolti gli enti preposti affinchè si intervenga a sanare il problema.

12 Aprile 2013