il network

Lunedì 16 Luglio 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Verranno chiesti incontri con ministeri e prefetto

Caserme dei carabinieri, ipotesi accorpamento

Alcune delle nove stazioni sono da sistemare, i sindaci pensano a chiedere una razionalizzazione della distribuzione

La caserma dei carabinieri di Montodine

Molte delle nove caserme dei carabinieri che si trovano nel Cremasco hanno bisogno di essere ristrutturate ma i sindaci, a corto di fondi, sembrano intenzionati ad affrontare il problema tutti assieme puntando ad una razionalizzazione delle sedi per risparmiare. L’iter è già stato abbozzato e prevede un censimento delle strutture e dei lavori necessari, quindi i rappresentanti del Cremasco chiederanno un incontro con prefettura e ministeri competenti per decidere assieme se è possibile razionalizzare la presenza delle stazioni dei carabinieri sul territorio.

Galvanizzati dalla soluzione sulla questione canile i primi cittadini, soprattutto quelli che fanno parte del comitato ristretto della Società cremasca reti e patrimonio, vogliono accelerare sulla questione. D'accordo sull'operazione il sindaco di Crema, Stefania Bonaldi, il presidente dela consulta dei sindaci, Gian Pietro Denti.

19 Aprile 2013