il network

Giovedì 20 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Crema. Restauro curato da un comitato di cittadini

Entro maggio la statua di Vittorio Emanuele II tornerà in piazza Moro

Il monumento al primo re d'Italia era stato danneggiato da un attentato nel 1946 Da allora è stato conservato al museo Civico

Il nuovo basamento su cui poggerà la statua
Per chi volesse contribuire alla causa è ancora aperto un conto corrente al Banco Popolare di Crema, con Iban IT 32 Y 05034 56841 000000002009. La statua di Vittorio Emanuele II sarà conclusa entro un mese e potrà essere riposizionata a chiusura di piazza Aldo Moro, dove si trovava sino al 1946, quando un attentato dinamitardo ad opera di un anti monarchico la danneggiò seriamente. Mancano ancora 30mila euro per saldare il conto del restauro, che da oltre un anno sta portando avanti un gruppo di cremaschi riuniti in comitato. Per questo ogni offerta economica sul conto corrente è sempre ben accetta. 
Già deciso da tempo il luogo del riposizionamento. Sul lato corto della piazza che si affaccia su via Matteotti. Il primo Re d'Italia sarà a ridosso dell’aiuola col grande albero. Un’area che da mesi è avvolta dai cellophane del cantiere, ma che ancora attende l’arrivo del re: "Apparentemente sembra tutto fermo, ma in realtà i lavori stanno procedendo — spiega Tino Moruzzi, referente del comitato promotore —: al momento la statua è in un laboratorio della città, sotto i ‘ferri’ dei restauratori". Parallelamente, in piazza, si sta provvedendo alla posa del basamento che reggerà Vittorio Emanuele II, un imponente blocco di marmo. "Nei prossimi giorni concluderemo le opere di architettura — conferma Moruzzi —, quindi allestiremo i ponteggi e ci prepareremo all’arrivo della statua. Una volta posizionata, verrà sottoposta in loco agli ultimi ritocchi". Dopodiché sarà il momento dell’inaugurazione: "Vorremmo presentarla alla città a giugno" spiega il portavoce del comitato. L’intervento di restauro è costato 160mila euro in buona parte già recuperati grazie al sostegno di privati, enti, aziende e cittadini.

20 Aprile 2013