il network

Mercoledì 18 Luglio 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Pieranica. Dopo le polemiche sulla scelta di realizzarlo verso Farinate

"A Soncino possiamo ospitare il canile"

La proposta del sindaco Pedretti: "C'è un imprenditore che, in cambio di un canone dai comuni, metterà a disposizione un'area attrezzata"

Nella foto d'archivio il canile di Crema
PIERANICA — Il sindaco di Soncino Francesco Pedretti, lancia l'alternativa alla scelta, criticata da più parti, di realizzare il il nuovo gattile-canile cremasco, al posto di quello esistente a Crema, nel territorio comunale, in un'area da 4.500 metri quadrati situata lungo la strada che porta a Farinate, frazione di Capralba. "Si potrebbe realizzare tutto a Soncino" spiega Pedretti che esprime solidarietà al collega di Capralba Pierluigi Lanzeni. Quest'ultimo non presente all’assemblea dei sindaci, all’indomani del voto sul canile aveva duramente criticato la scelta di costruirlo a Pieranica, definendola scellerata, sia per motivi ambientali che economici. "Mi sono sentito con Lanzeni - prosegue Pedretti - e condivido la sua posizione, anche perché io, in sede di votazione, mi sono astenuto facendo presente un’alternativa: a Soncino c’è un imprenditore che è proprietario di un capannone in una zona periferica, verso Cremona, che, a sue spese, sarebbe disposto a ristrutturare ed adattare con tutti i crismi di legge a canile e gattile, percependo poi un affitto dai comuni del Cremasco per la messa a disposizione di questo sito. Sono due anni che parlo di questa idea, anche perché va evidenziato un problema economico non indifferente: la costruzione di un canile comporta una spesa di 900.000 euro e nessuno mi dice dove si troverà una somma del genere. C’è questa soluzione di Soncino che, tengo a precisare, è ancora allo stato embrionale, però esiste e c’è un imprenditore che si è detto disposto a mettere a norma gli spazi a sue spese. Ritengo doveroso prendere in considerazione questa ipotesi".  Nel frattempo Lanzeni ha inviato una lettera al presidente di Scrp Corrado Bonoldi con la quale ribadisce la necessità di insediare il canile in un’area diversa da quella di Pieranica e chiede di essere convocato dal comitato ristretto per poter esporre le sue osservazioni.

22 Aprile 2013