il network

Domenica 18 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Crema. Tante novità in cantiere, obiettivo prioritario portare i giovani in platea

Coffetti, contratto più lungo
per rilanciare il San Domenico

Il neo direttore artistico chiede e ottiene il prolungamento dell'accordo fino al 31 dicembre 2014, sul tavolo un ambizioso piano di sviluppo

Il teatro San Domenico e, nel riquadro, il direttore artistico Enrico Coffetti
Dodici mesi in più di contratto, scadenza posticipata al 31 dicembre 2014. Riparte da qui, e da una strategia di sviluppo tanto ambiziosa quanto impegnativa, la collaborazione professionale tra Enrico Coffetti e la Fondazione San Domenico. L’ex consulente — che il cda del teatro non aveva confermato ad inizio anno per avviare colloqui con altri operatori — è stato promosso direttore artistico ad inizio marzo, a sorpresa, con mandato fino alla fine di quest’anno. Prima di accettare di tornare in piazza Trento e Trieste, però, Coffetti ha chiesto più garanzie, sia operative che contrattuali. Ora le ha ottenute: «Abbiamo concordato un incarico fino al 31 dicembre del 2014, a breve apporremo la firma sul contratto. Credo sia meglio per tutti, avremo modo di impostare azioni progettuali a medio lungo termine».
Sull’edizione cartacea de La Provincia in edicola venerdì 26 aprile ampia intervista al direttore artistico sulle strategie di sviluppo del San Domenico

25 Aprile 2013