il network

Mercoledì 19 Dicembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Sergnano. Indagini in corso da parte dell'Arpa

Mistero sulla provenienza del benzene che ha inquinato la falda acquifera

Il sindaco rassicura: "Attività di bonifica avviate, non ci sono pericoli per i cittadini"

Il municipio di Sergnano, la falda è inquinata superficialmente da benzene
SERGNANO – Resta il mistero sulla provenienza del benzene che ha inquinato la falda acquifera di una zona del paese. La sostanza si trova ad una profondità inferiore ai tre metri e quindi non ci sono problemi per la falda che interessa l'acquedotto. E' al sicuro la salute delle persone. Il sindaco Gian Luigi Bernardi rassicura i cittadini: “L' inquinamento è superficiale e interessa una zona limitata. Le attività di bonifica sono già state avviate e per questo ritengo non ci siano pericoli per la popolazione” . Agazio Galati, che sta seguendo il procedimento per conto dell'Arpa, aggiunge: “L'inquinamento è stato individuato nel corso di uno dei controlli periodici che svolgiamo e interessa una piccola parte della falda superficiale. Le analisi non ci hanno consentito di rintracciare l'origine. Abbiamo analizzato anche l'acqua che si trova nel deposito di metano a grandi profondità e qui non c'è traccia d'inquinamento a conferma che si tratta di un fenomeno superficiale. Proseguiremo nell'attività di monitoraggio”. Dai controlli fatti non risultano inquinati neppure i terreni nell'area. La speranza è quella di risolvere il problema attraverso l'attività di depurazione, concordata nell'incontro dei giorni scorsi.

30 Aprile 2013