il network

Venerdì 19 Ottobre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Pandino. Approvato il bilancio consuntivo

Bilancio: chiuso il 2012 senza investimenti

Grandi sacrifici per rispettare il patto di stabilità: sono cresciute Imu e Irpef

A Pandino ancora investimenti fermi

PANDINO - Investimenti fermi al palo per il secondo anno consecutivo a Pandino. L’obiettivo del patto di stabilità, pari ad un saldo finale di 447.005 euro, è stato raggiunto e l’ente ha potuto beneficiare, grazie ai parametri di virtuosità certificati da regione Lombardia, del plafond messo a disposizione dal Pirellone di 108.000 euro oltre a 13.000 euro concessi attraverso il patto nazionale orizzontale (che però prevede l’ aumento degli obiettivi 2013 e 2014 per pari importo).

E’ il dato del bilancio consuntivo, approvato lunedì sera in consiglio comunale. Pandino ha i conti in regola, mantenuti con grossi sacrifici: l’aliquota Imu è stata aumentata dal 4,0 al 5,5 per mille per quanto riguarda la prima casa e dal 7,6 al 9,8 per quanto riguarda gli altri immobili e l’aliquota dell’addizionale Irpef è stata ritoccata, dal 4,5 al 6,5 per mille, ampliando però la fascia degli esenti.

Le scarse entrate in conto capitale hanno finanziato alcuni interventi di manutenzione straordinaria ed il contributo Cariplo di 250.000 euro, concesso alla fine dell’anno permetterà di avviare nel 2013 gli importanti e necessari lavori di manutenzione delle coperture del castello visconteo.  

03 Maggio 2013