il network

Venerdì 16 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Problemi di liquidità per il comune

Multe non pagate per 1,6 milioni

L'amministrazione punta a cedere i crediti arretrati perché ha poche speranze di riscuoterli

Ammontano a 1,6 milioni di euro le multe non riscosse dal comune

Poco più di un milione e seicentomila euro di crediti, che corrono seriamente il rischio di non venir mai incassati dal Comune di Crema. A tanto ammonta l’importo delle contravvenzioni, elevate dalla polizia locale per infrazioni al codice della strada, non ‘onorate’ dai trasgressori negli ultimi anni. L’amministrazione ne ha affidato la riscossione ad Equitalia, sebbene dal primo aprile 2011 non sia più tale ente ad occuparsi dei tributi dei cremaschi, essendogli subentrata la ditta Ica. Ciò nonostante, la società partecipata dall’Inps e dall’Agenzia delle entrate ha tuttora la titolarità delle cartelle già affidatele dagli uffici municipali cittadini. Ragion per cui, la ragioneria di piazza Duomo ha effettuato una verifica sui ruoli ancora nelle mani di Equitalia al 31 dicembre scorso, scoprendo che gli insoluti - per quanto attiene ai soli verbali di contravvenzione - ammontano alla ragguardevole somma di 1.638.433 euro. “Più trascorre il tempo - ammette il sindaco, Stefania Bonaldi - e minori sono le possibilità di recuperare gli insoluti”.

19 Maggio 2013