il network

Domenica 24 Giugno 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Rivolta d'Adda. Dopo le preoccupazioni dei mesi scorsi

Salva la cava De Poli, sollievo per i 16 dipendenti

La Provincia dà il via libera all'estrazione di 400 mila metri cubi di ghiaia

L'esterno della cava dei fratelli De Poli a Rivolta d'Adda

RIVOLTA D’ADDA - Torna il sereno sul futuro della cava fratelli De Poli, l’impresa estrattiva locale, in difficoltà da diversi mesi per via del mancato arrivo dei permessi per l’ampliamento delle attività lungo il fiume Adda. Nei giorni scorsi la Provincia ha dato l’ok alla prosecuzione dell’attività, autorizzando l’estrazione di 400mila metri cubi di sabbia e ghiaia nei prossimi quattro anni, su una superficie complessiva di 27.264 metri quadrati in località cascina Monfalcone. Sono stati salvati sedici posti di lavoro, a cui se ne aggiungono una quindicina dell’indotto, e la certezza che una storica attività imprenditoriale del territorio potrà continuare a prosperare.

A marzo il Comune aveva già dato il suo massimo sostegno all’attività dei fratelli De Poli. Maggioranza e opposizioni avevano votato compatte il sollecito alle istituzioni a sbloccare la situazione. Sulla questione aveva preso posizione lo stesso sindaco Fabio Calvi. Nel frattempo, la cava è rimasta ferma per oltre 6 mesi, con una seria preoccupazione per i posti di lavoro espressa più volte anche dai sindacati.

22 Maggio 2013