il network

Giovedì 18 Ottobre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


Cremasco. L'appello sottoscritto nei giorni scorsi

Sessanta firme per la Paullese

Amministratori, associazioni di categoria, politici chiedono che il raddoppio non venga ostacolato

Un tratto della Paullese

«Il raddoppio della Paullese è l’opera pubblica più attesa da tutto il territorio. L’attuale strada di collegamento fra Crema e Milano, infatti, è una delle più trafficate d’Italia, nonché ai primi posti per tasso di incidentalità e mortalità. La trasformazione della Paullese in una superstrada a quattro corsie è un’esigenza sia in termini di sicurezza, sia in termini economici. L’attuale lentezza nei collegamenti con il capoluogo lombardo è infatti uno dei principali freni allo sviluppo del nostro territorio». Comincia così la nota - sottoscritta da rappresentanti della categorie economiche, politici e amministratori del territorio - diffusa ieri dall’amministrazione provinciale che è tornata sul raddoppio della Paullese e sul ricorso al Tar presentato dalla Paolo Beltrami, l’azienda di costruzioni di Paderno Ponchielli che contesta l’appalto da 22 milioni di euro per la realizzazione del secondo lotto. Nei giorni scorsi peraltro la giunta provinciale ha deciso di costituirsi in giudizio nel ricorso presentato al Tar dalla Paolo Beltrami spa.  

Leggi il documento sottoscritto e i nomi dei firmatari

25 Maggio 2013